Medicina tradizionale cinese

Medicina tradizionale cinese

medicina tradizionale cinese

medicina tradizionale cinese

L’agopuntura è una tecnica antica e integrata nella medicina tradizionale cinese giunta in Europa gradualmente nel corso del tempo. I primi a testi di agopuntura europea risalgono al 600 e sono redatti da medici che imbarcati sulle rotte commerciali, conobbero accidentalmente la medicina tradizionale cinese. Tali medici affascinati del metodo divennero esportatori di tale cultura medica. Le conoscenze di agopuntura in Europa all’epoca erano però riservate a una piccola elite di medici. Tra questi potrebbe esserci anche il fondatore dell’omeopatia S. Hahnemann.

Nell’ “Organon”, la sua opera fondamentale, egli cita pratiche di stimolazione cutanea con barre metalliche magnetizzate, che presuppongono una conoscenza dei meridiani. Da quest’osservazione e da ben maggiori coincidenze metodologiche tra omeopatia e medicina tradizionale cinese deriva una collaborazione che tuttora perdura. Fu però nel 900 che l’agopuntura si diffuse maggiormente tra i medici europei che ne apprezzarono e ne apprezzano la validità.  La diffusione sempre maggiore di una tecnica antica in un contesto medico moderno ha contribuito a spiegarne in modo scientifico il funzionamento, ma ha anche comportato un’ibridazione dei contenuti. Si distinguono pertanto  molte scuole di medicina tradizionale cinese e agopuntura. Tra queste scuole si osservano quelle con un approccio più classico da quelle che si avvalgono di una terminologia  e riferimenti moderni. Questo dato storico permette di suddividere le cure con agopuntura e\o medicina tradizionale cinese in tre metodi fondamentali:

1) metodica che si avvale dell’energetica tradizionale

La diagnosi è tradizionale: pulsologia, glossoscopia, iridoscopia, anamnesi tradizionale cinese. La cura è orientata al malato e non alla malattia.

2) metodica che si avvale delle conoscenze moderne

La diagnosi è convenzionale: tecnologica moderna, inquadramento secondo patogenesi moderna. La cura è orientata alla malattia.

3) metodiche con ibridazione di conoscenze tradizionali e moderne

La diagnostica si avvale della tecnologia e della tradizione. La cura è orientata alla malattia, ma con una visione del suo valore nella regolazione sistemica.

Nella medicina tradizionale cinese l’agopuntura ricopre un aspetto significativo ma parziale della terapia. In perfetta coerenza si osserva come la sua applicazione oggi sia da riservare ad alcune patologie che ne apprezzano un beneficio e altre che non sono invece da includere nel campo di azione dell’agopuntura.L’agopuntura è una medicina generalista e come in ogni altro metodo medico si osservano pazienti responder al metodo e pazienti non responder al metodo. La prima visita presso lo studio medico di medicina tradizionale cinese è certamente destinata a rispondere tra l’altro all’opportunità d’inclusione nel trattamento. Per questa ragione e anche per il dato ineludibile che in Italia l’agopuntura è un atto medico, è necessario che sia un medico abilitato e appositamente formato a eseguire visita e trattamento. L’ iscrizione presso l’ Ordine dei Medici e presso il Registro dei medici che praticano  agopuntura e omeopatia, sono una indicazione per il paziente sulla qualità della formazione ricevuta dell’operatore. La scuola che ha ibridato la medicina tradizionale cinese con l’omeopatia si avvale in terapia dello strumento denominato agopuntura omeopatica. L’ agopuntura omeopatica consiste nell’infiltrazione di rimedi omeopatici iniettabili su punti di agopuntura indicati per gli obiettivi del trattamento. L’ agopuntura omeopatica appartiene alle forti stimolazioni, senza per questo perdere la caratteristica elevata tollerabilità. La agopuntura omeopatica non si contrappone ne sostituisce le linee guida della medicina convenzionale, ma stabilisce con esse una virtuosa sinergia.

Dott. Fabio Elvio Farello, Agopuntura omeopatica  a Roma

  • Medicina tradizionale cinese