Massaggio dei bambini in omeopatia

Massaggio dei bambini in omeopatia

massaggio

massaggio

L’ omeopatia applicata tramite massaggio su agopunti trova nei bambini un paziente particolarmente recettivo, a cui offre una terapia priva di effetti collaterali indesiderati. L’ omeopatia applicata su punti di agopuntura è uno strumento valido per la terapia di molti disturbi e maggiormente efficace della terapia orale.  La paura dell’ agopuntura rende di fatto molto difficile associare trattamenti di agopuntura e omeopatia su i bambini. Al contrario della disponibilità. la risposta dei bambini al trattamento agopuntura è ottima, soprattutto per la loro vitalità. Il metodo che supera tutti i limiti  nella somministrazione di agopuntura a bambini è data dalla stimolazione manuale dell’agopunto o meglio dal massaggio con rimedi di omeopatia in formulazione liquida.  Il punto di agopuntura non viene punto con un ago, ma massaggiato energicamente prima dal medico e poi da casa dai genitori dopo averlo impregnato con rimedi omeopatia. In questo caso alla stimolazione manuale tramite massaggio dell’agopunto si aggiunge quella dei rimedi.  Leggi tutto...

Il bambino in omeopatia

Il bambino in omeopatia

bambino

bambino

Uno degli usi maggiormente diffuso della omeopatia è per la malattia dei bambino, perchè i rimedi naturali sono spesso sufficienti e  sempre senza effetti collaterali significativi. L’ omeopatia trova infatti nel bambino un paziente particolarmente recettivo. Si preferiscono i rimedi di omeopatia per il trattamento del bambino riservandosi una terapia più invasiva come quella farmacologia o chirurgica solo per i non responder. Questa impostazione permette di ridurre significativamente l’impiego di terapie invasive pur adottandole ogniqualvolta queste risultino veramente necessarie. Le dosi di rimedio omeopatia adottate per il bambino non sono significativamente diverse da quelle dell’adulto, ma certamente è diversa la massa,ma no la frequenza dei rimedi somministrati. In omeopatia le diluizioni dei rimedi li rendono low dose se non addirittura infinitesimali. La scelta della diluizione nei rimedi omeopatia da impegnare per una determinata patologia del bambino dipende dalla clinica non dalla giovane età del paziente.   Leggi tutto...

Borreliosi e omeopatia

Borreliosi e omeopatia

borreliosi

borreliosi

L’ omeopatia nel morso delle zecche integra e non sostituisce la terapia convenzionale per le eventuali complicanze, tra le quali la borreliosi o malattia di Lyme. L’ omeopatia si associa al trattamento convenzionale del morso da zecca in adulti e bambini con rimedi immunostimolanti idonei a contenere la reazione cutanea e gli effetti collaterali dei farmaci utilizzati nel trattamento e profilassi delle complicanze.  L’obiettivo di un trattamento associato tra omeopatia e farmacologia è massimizzare l’effetto con il minimo di farmacologia necessaria. Un principio valido sempre, ma particolarmente indicato per i bambini.  La puntura di zecche può costituire il veicolo di trasmissione di determinate malattie infettive. Certamente non ogni puntura è causa di una infezione, ma quando ciò avviene  una delle possibili conseguenze è la malattia di Lyme o borreliosi di Lyme.  Leggi tutto...

Zecca : il morso di zecca e omeopatia

Zecca : il morso di zecca e omeopatia

zecca

zecca

L’ omeopatia integra e non sostituisce le terapie convenzionali previste per il morso della zecca con rimedi privi di controiniciazioni degne di nota. La zecca è  un atropodo pungento che può trasmettere delle malattie all’uomo. Il morso di zecca, a seconda della composizione della saliva, può causare dalla piccola ad una grande problematica. La puntura può essere pericolosa quando complicata da reazioni di ipersensibilità o infezioni. Nei soggetti ipersensibili al morso di zecca, queste reazioni possono essere impegnative. Il morso di zecca può  essere un vettore di molte malattie infettive. Il trattamento  deve pertanto essere affidato a personale medico. La zecca punge e si attacca alla pelle per succhiare il sangue di cui si nutre. Questo può avvenire in ogni stagione dell’anno, ma la zecca è particolarmente attive nei periodi più caldi. Il problema riguarda soprattutto i bambini.  Leggi tutto...

Vaccini e omeopatia

Vaccini e omeopatia

vaccini

vaccini

L’ omeopatia pur nel rispetto delle norme previste, è certamente prudente nei confronti dei vaccini  e delle proposte vaccinali diffuse.   I vaccini dei bambini costituiscono in tutti i paesi del mondo una delle misure più importanti su cui si basa la prevenzione delle malattie.  L’ evoluzione dei costumi in molti paesi dotati di stemi sanitari evoluti ha però modificato un atteggiamento legistalivo caratterizato da obbligatorietà per culminare in una proposta di vaccinare. Ogni stato prevede una serie di vaccinazioni obbligatori in base ai rischi locali di contrarre una malattia.   Leggi tutto...

Tonsillite e omeopatia

Tonsillite e omeopatia

tonsillite

tonsillite

La tonsillite cronica nei bambini può essere trattata con rimedi di omeopatia, sopratutto in prevenzione ovvero nelle fasi di latenza clinica tra due episodi. L’ omeopatia è apprezzata come terapia efficiente ma non è connessa a effetti collaterali significativi. La tonsillite è un’ infiammazione delle tonsille palatine causata in genere da un’ infezione batterica e meno frequentemente da un’infezione virale. I bambini sono particolarmente esposti a questa patologia. Epidemie di tonsillite si verificano infatti generalmente in ambito scolastico e sono caratterizzate da mal di gola, febbre, cefalea, vomito, dolore alla deglutizione talvolta avvertito anche alle orecchie.   Leggi tutto...

Disagio dei bambini e omeopatia

Disagio dei bambini e omeopatia

disagio

disagio psicologico

L’ omeopatia può essere applicata come terapia per il disagio psicologico dei bambini, sempre più diffuso nelle società avanzate. Troppo spesso si osserva il disagio psicologico  nei bambini sopratutto in età scolare. Questo disagio viene spesso trascurato, ritenendolo erroneamente una tensione emotiva naturalmente appartenente alla vita quotidiana dei bambini. Ogni disagio però perturba l’omeostasi dell’organismo  e richiama immediatamente delle reazioni non sempre coerenti con la fragilità dei bambini. Eventi di vita quotidiana possono essere risentiti dai bambini intensamente a seconda del carattere e della predisposizione. La capacità di prevedere una situazione di disagio psicologico per bambini o adolescenti è facile in relazione ad una gravità visibile degli eventi in atto come per esempio lutto per la perdita di una persona cara o in caso di esposizione a eventi catastrofici. Più difficoltoso è invece prevenire nei bambini una situazione nella quale ci si confronta con piccoli eventi stressogeni ripetuti, che comportano una intensa e sproporzionata risposta interiore.   Leggi tutto...

Babebiosi da zecche e omeopatia

Babebiosi da zecche e omeopatia

babebiosi

babebiosi

L’ omeopatia nel morso delle zecche integra e non sostituisce la terapia convenzionale per le eventuali complicanze, tra le quali si considera anche la babebiosi. L’ omeopatia si associa al trattamento convenzionale del morso da zecca in adulti e bambini con rimedi immunostimolanti idonei a contenere la reazione cutanea e gli effetti collaterali dei farmaci utilizzati nel trattamento e profilassi delle complicanze.  L’obiettivo di un trattamento associato tra omeopatia e farmacologia è massimizzare l’effetto con il minimo di farmacologia necessaria. Un principio valido sempre, ma particolarmente indicato per i bambini. La babesiosi, infezione causata da parassiti intraeritrocitari del genere babesia, è una nota patologia prevalentemente di importanza veterinaria che colpisce bestiame, cavalli e cani. La babebiosi umana è rara, ma la si devo considerare in quanto malattia emergente trasmessa all’uomo proprio dalle zecche.  Leggi tutto...

Pidocchi e omeopatia

Pidocchi e omeopatia

pidocchi

pidocchi

Spesso i genitori ricercano l’omeopatia in merito al problema dei pidocchi dei lori bambini, per ottenere la prescrizione di trattamenti non tossici. L’ omeopatia non è la cura per i pidocchi, ma in merito è utile considerare alcune consigli. I pidocchi sono ospiti particolarmente sgraditi, il cui contagio pero’ non e’ indicatore di scarsa igiene. Se si vive a stretto contatto, come in un ambiente scolastico nessuno puo’ ritenersi immune. Il sintomo principale da cui si riconosce di aver preso i pidocchi e’ il prurito alla testa. I pidocchi sono insetti molto piccoli e mobili sul cuoio capelluto e risultano quindi difficili da vedere. Piu’ facile e’ l’identificazione delle lendini, le uova dei pidocchi. Le lendini sono come piccole perle alla base del capello, ben visibili sopratutto nella zona intorno alle orecchie e sulla nuca. Risulta utile all’identificazione, una lente di ingrandimento. In caso di incertezza sara’ meglio rivolgersi a persona esperta o meglio ad un medico. I pidocchi si trasmettono solo tra persone, sia per contatto diretto tra una testa e l’altra, sia per contatto indiretto ovvero tramite gli indumenti.  Leggi tutto...

Infezione e omeopatia

Infezione delle prime vie aeree e omeopatia

infezione

infezione delle prime vie aeree

L’ omeopatia nell’ infezione delle prime vie aeree è consigliabile sia come prevenzione sia come terapia, anche per l’assenza di effetti collaterali indesiderati. L’ infezione delle prime vie aeree è un evento clinico stagionale caratterizzato da sintomi respiratori alti e occasionalmente anche da impegno intestinale. L’ infezione delle prime vie aeree si esprime pertanto con febbre, tosse, raffreddore, espettorato ai quali talvolta si aggiungono, nausea, vomito e diarrea. Collabora all’insorgenza dell’ infezione  spesso un virus, anche se questo non implica un nesso causale. Nessun virus è infettante se non per precisa disponibilità del sistema immunitario dell’infettato. La malattia in ogni caso dura pochi giorni e guarisce spontaneamente nella maggior parte dei pazienti. Per alcuni però essa può essere origine di complicanze a volte anche gravi. Si tratta di malati ai quali l’ infezione delle prime vie aeree slatentizza altre patologie. Sono queste patologie che dovrebbero essere oggetto di particolari attenzioni sanitarie, forse meglio prima che si slatentizzano. Nella maggior parte dei casi l’infezione delle prime vie aeree guarisce  dopo pochi giorni.  Leggi tutto...