Trattamento rassodante e dieta

Trattamento rassodante e dieta

trattamento rassodante

trattamento rassodante

Nel trattamento rassodante è utile associare la dieta per applicare scelte alimentari coerenti con la terapia estetica. La dieta aumenta l’efficienza dei trattamenti applicati senza effetti collaterali indesiderati. Bisogna considerare in questo contesto che la prevenzione per la perdita di tono nei tessuti a valore estetico, permette risultati decisamente più soddisfacenti che il trattamento iniziato quando il tono è già perso. La condizione che necessita di trattamento rassodante è un fenomeno caratterizzato dalla rottura delle fibre di collagene che mantengono l’elasticità della pelle e dalla destrutturazione della massa magra. Le perdite di tono insorgono a seguito di eventi traumatici, malattie croniche, disidratazione, acidificazione, gravidanza e anche quando si hanno rapidi mutamenti di peso. La perdita di tono è dovuta alla rottura delle fibre elastiche del derma e alla destrutturazione di massa magra, in particolare la muscolare. Il recupero del tono perso è un fenomeno lento e faticoso rispetto con la quale avviene la destrutturazione. Le zone più colpite sono quelle percepite ad alto valore estetico: volto, addome, seno, glutei, cosce e fianchi. Prima di ogni trattamento rassodante dei tessuti è necessario, inserire il paziente in uno stile di vita coerente con le finalità del trattamento: idratazione, riabilitazione muscolare, dieta e riposo.   Leggi tutto...