Rolfing

Rolfing

rolfing

rolfing

Nella medicina biologica trovano spazio svariate tecniche di cui il Rolfing è rilevante per analizzare i movimenti, il portamento, la gesticolazione e il loro significato. Nel Rolfing si analizzano i gesti per rieducarli, acquisire coscienza del proprio corpo nello spazio, ossia della sua posizione in esso, permetterà al paziente di trovare una migliore gestione cinetica.medicina biologica e Rolfing Ida Rolf è la fondatrice e ideatrice del sistema terapeutico denominato Rolfing intorno al 1920. In questo periodo e nei due decenni successivi s’interessa allo yoga, all’omeopatia e all’osteopatia, traendo da ciascuna di queste discipline alcuni principi fondamentali, che la guideranno nel seguito delle sue ricerche. In particolare studiò e praticò omeopatia per molti anni coltivando mentre dallo yoga assimilò il principio della profonda unità corpo-mente e il concetto che lavorare con il corpo significa migliorare non solo l’aspetto fisico, ma anche quello emozionale e spirituale.

Con questo bagaglio di studi e di esperienze, iniziò a trattare disturbi fisici cronici con una serie di esercizi di movimento e manipolazioni, che le consentirono di verificare le grandi possibilità di cambiamento della struttura umana in base alla plasticità dei tessuti connettivi. Il Rolfing è un processo educativo, che riporta la persona in contatto con le proprie potenzialità e ne facilita l’espressione. Si realizza mediante una manipolazione profonda dei tessuti connettivi, che ha lo scopo di bilanciare la struttura del corpo umano nello spazio rispetto alla interazione gravitazionale, riportando a un allineamento verticale le diverse unità di cui è composto. Il Rolfing non si può definire una terapia perché non ha come obiettivo la soluzione di particolari patologie, anche se può essere d’aiuto per trattare alcune di queste. In generale le persone si rivolgono al Rolfing per motivi diversi: per alleviare croniche tensioni fisiche o per migliorare il fondamento strutturale della propria area psicologica o ancora per motivi professionali per esempio attori, atleti, ballerini, oratori.

La medicina biologica è applicata per la cura locale. sistemica e emozionale dei pazienti. I medici associano spesso anche rimedi naturali e tecniche corporali di medicina biologica. La medicina biologica ha un ruolo importante nel trattamento delle malattie più impegnative e può contribuire a ridurre un eventuale fabbisogno di farmaci per via sistemica. La medicina biologica richiede al medico una conoscenza profonda della materia per poter prescrivere in terapia. Anche la valutazione delle interazioni con altre forme di terapia e la loro necessità per il paziente è compito del medico. La pratica della la medicina biologica richiede, esami clinici, valutazione dei sintomi, delle cause, diagnosi, conoscenza delle soluzioni adatte al paziente e infine conoscenza di tutte le altre forme di terapia per la quali la la medicina biologica possa costituire terapia esclusiva o integrazione. Pertanto somministrare la medicina biologica è atto medico e deve essere esercitato da un medico competente. L’ iscrizione presso l’ Ordine dei Medici e presso i Registri dei medici che praticano la medicina biologica, tutti predisposti e consultabili presso l’Ordine sono una indicazione sulla qualità della formazione ricevuta dell’operatore. La medicina biologica non si contrappone ne sostituisce le linee guida della medicina convenzionale. Alcontrario la medicina biologica stabilisce con esse una virtuosa sinergia e una straordinaria opportunità anche a livello di prevenzione.

  • Rolfing