Mela e muscoli

Mela e muscoli

Mela AFT4 Muscoli

Mela AFT4 Muscoli

La mela è un dotato di notevoli proprietà benefiche per la salute inclusa una una sostanza che contrasta l’atrofia dei muscoli, come afferma uno studio pubblicato sul Journal of Biological Chemistry.  La perdita di massa muscolare in eta’ avanzata e’ determinante nella insorgenza di patologie anche gravi. Infatti nella massa muscolare è conservato il glicogeno ovvero il “bancomat” energetico per la conservazione della vita e per il contrasto della malattia. La perdita dei muscoli nei pazienti anziani è causata dalla carenza di una proteina denominata ATF4. La carenza di ATF4 è in grado di far “morire di fame”  le cellule muscolari che non ricevono piu’ le proteine loro necessarie. La buccia della mela contiene l’ acido ursolico, una delle due sostanze che concorre alla formazione della proteina ATF4, che contrastano appunto la perdita di tonicità da parte del muscolo. L’altra sostanza che correre alla formazione di AFT4 è la tomatidina, disponibile a livello nutrizionale  nei pomodori verdi.  Leggi tutto...

Vampate e agopuntura omeopatica

Vampate e agopuntura omeopatica

vampate e agopuntura

vampate e agopuntura

L’ agopuntura omeopatica si applica per modulare il sistema neurovegetativo nei pazienti con vampate da menopausa o da stress. L’ agopuntura omeopatica consiste nell’infiltrazione di rimedi omeopatici iniettabili su punti di agopuntura indicati per gli obiettivi del trattamento. L’ agopuntura omeopatica appartiene in medicina biologica alle forti stimolazioni, senza per questo perdere la caratteristica elevata tollerabilità. Le vampate di calore e i sudori notturni sono  una disfunzione della termoregolazione  connessa al sistema neurovegetativo.  Le vampate sono caratterizzate da una rapida insorgenza e intensa espressione. Le vampate sono percepite come una sensazione di forte calore con sudorazione e aumento dei battiti cardiaci. Gli episodi durano in genere pochi minuti ma sono certamente vivaci. La sensazione di calore insorge dal volto e petto, per poi diffondersi in tutto il corpo.   Leggi tutto...

Impotenza e agopuntura omeopatica

Impotenza e agopuntura omeopatica

impotenza

impotenza

L’ agopuntura omeopatica si applica nel trattamento dell’ impotenza sessuale quando associate o causate da una sindrome adattativa a stress. L’ agopuntura omeopatica consiste nell’infiltrazione di rimedi omeopatici iniettabili su punti di agopuntura indicati per gli obiettivi del trattamento. L’ agopuntura omeopatica appartiene in medicina biologica alle forti stimolazioni, senza per questo perdere la caratteristica elevata tollerabilità. Per impotenza s’intende una compromessa capacità di raggiungere e mantenere durante l’atto sessuale un’erezione del pene. L’ impotenza può essere primaria ovvero quando il paziente non è mai riuscito ad avere un’erezione normale. Nell’impotenza secondaria invece la malattia insorge dopo a un periodo caratterizzato da attività sessuale soddisfacente.  Leggi tutto...

Fatica cronica e agopuntura omeopatica

Fatica cronica e agopuntura omeopatica

fatica cronica

fatica cronica

L’ agopuntura omeopatica si applica nella sindrome da fatica cronica come analgesico, antinfiammatorio e sedativo privo di effetti collaterali indesiderati. L’ agopuntura omeopatica consiste nell’infiltrazione di rimedi omeopatici iniettabili su punti di agopuntura indicati per gli obiettivi del trattamento. L’ agopuntura omeopatica appartiene in medicina biologica alle forti stimolazioni, senza per questo perdere la caratteristica elevata tollerabilità. La sindrome da fatica cronica è una sofferenza caratterizzata da una grave astenia che dura da almeno sei mesi. Il malato di sindrome da fatica cronica  migliora con il riposo e aggrava anche con piccoli sforzi. La fatica cronica può culminare nei casi più gravi in  una alterazione importante delle normali relazioni di lavoro e affettive.  Leggi tutto...

Meteo sensibilità e agopuntura

Meteo sensibilità e agopuntura omeopatica

meteo e agopuntura

meteo e agopuntura

L’ agopuntura omeopatica si applica al trattamento della sensibilità meteo, sopratutto quando secondaria ad una sindrome adattativa a stress. L’ agopuntura omeopatica consiste nell’infiltrazione di rimedi omeopatici iniettabili su punti di agopuntura indicati per gli obiettivi del trattamento. L’ agopuntura omeopatica appartiene in medicina biologica alle forti stimolazioni, senza per questo perdere la caratteristica elevata tollerabilità. La sensibilità meteo è una sofferenza in occasioni di variazioni climatiche, caratterizzata da disturbi somatici e neurovegetativi. Il paziente affetto da sensibilità meteo è particolarmente predisposto a rispondere a certe variazioni in modo non proporzionale allo stimolo. L’esposizione a conflitti biologici e la concomitanza di altre malattie favorisce questa condizione, anche se non si conoscono ancora le cause per le quali alcuni soggetti evidanziano sensibilità meteo e altri no.  Leggi tutto...

Mestruazioni assenti e agopuntura

Mestruazioni assenti e agopuntura

mestruazioni e agopuntura

mestruazioni e agopuntura

L’ agopuntura omepatica si applica nelle pazienti con mestruazioni assenti senza causa organica per modulare la risposta adattativa a stress. L’ agopuntura omeopatica consiste nell’infiltrazione di rimedi omeopatici iniettabili su punti di agopuntura indicati per gli obiettivi del trattamento. L’ agopuntura omeopatica appartiene in medicina biologica alle forti stimolazioni, senza per questo perdere la caratteristica elevata tollerabilità.   L’ assenza di mestruazioni può essere primaria, qualora la donna non abbia mai le abbia mai avute o secondaria, in caso di interruzione  in una donna con cicli regolari. Il primo passo importante è un’accurata anamnesi, e diagnostica specifica, incluso un test, qualora fosse necessario, idoneo ad escludere una gravidanza. Gli esami clinici rivolti alla ricerca della cause sono basati su test ormonali e di funzionalità ipotalamo-ipofisi-ovarica, esami ecografici, radiologici o la risonanza magnetica.  Leggi tutto...

Surmenage e alimentazione

Surmenage e alimentazione

Nella risposta adattativa a surmenage è utile l’ alimentazione corretta per valorizzare comportamenti alimentari contenitivi del danno. L’ alimentazione corretta è apprezzata per la sua efficienza senza effetti collaterali indesiderati. Nel trattamento della sindrome adattativa a surmenage si applica il controllo dell’ alimentazione per favorire le retroazioni ormonali coerenti con contenimento e recupero. L’ alimentazione corretta ha aperto l’interesse del medico verso una comprensione più ampia delle interazioni tra nutrizione e sofferenza umana. Prima di ogni trattamento in alimentazione è opportuno inquadrare il surmenage patito, in un contesto di personale risposta adattativa allo stesso. L’ alimentazione per il surmenage è applicata tramite una personalizzazione delle sequenze nutrizionali consigliate, coerenti con la risposta adattativa tipica di ogni singolo paziente.Alimentazione e surmenage Le risposte adattative a surmenage più comuni sono: insonnia, ansia, disturbi digestivi, alterazioni dell’appetito dolori, infiammazioni croniche e alterazione della risposta immunitaria. Si tratta solo di un elenco esemplificativo, perché la risposta del singolo dopo esposizione a surmenage può riguardare funzioni e tessuti biologici ulteriori. La’ alimentazione per il surmenage è una metodica complessa integrata in una terapia biologica che non necessariamente conclude. Preoccupazioni, mobbing, conflitti sospesi, scarso riposo, carenze nutrizionali e intossicazioni sono le cause principali che provocano in ogni individuo una sindrome adattativa a surmenage. A parte le complesse reazioni fisiche e emozionali a surmange, il volto è la parte del corpo che lo testimonia e lo rende almeno percepibile. La mimica del surmenage attraverso l’espressione e la comunicazione non verbale evidenzia l’ esposizione a stress. Questa condizione considerando i ritmi che caratterizzano la quotidianità, implica un numero sempre maggiore di persone, di tutte le età. Per contrastare efficacemente il surmenage può essere impegnata l’ alimentazione. Gli effetti possono essere gradualmente visibili e portano ad un miglioramento della risposta adattativa del paziente in surmenage è una diminuzione delle conseguenze emozionali e somatiche patite.

  Leggi tutto...

Biotekna BIA-ACC a Roma

 BIA-ACC Biotekna

Per eseguire trattamenti nutrizione clinica, agopuntura o omeopatia è opportuna la misurazione della composizione corporea tramite la strumentazione  BIA-ACC Biotekna. La misurazione della composizione corporea con strumentazione BIA-ACC Biotekna premette il monitoraggio e la personalizzazione della nutrizione clinica. Senza strumentazione i miglioramenti per il singolo paziente ottenuti sulla semplice rilevazione del peso corporeo sono ipotetici. Un calo di peso sulla bilancia prelevato dal comparto della massa magra FFM è un danno per il paziente rispetto a non eseguire alcuna dieta. Al contrario un aumento di peso sulla bilancia nel comporto della massa magra corrisponde a un bilanciamento più favorevole dei rapporti percentuali tra massa magra FFM e massa grassa FM. La bilancia misura pertanto una variabile insufficiente a qualificare il percorso nutrizionale svolto e pertanto è spesso fuorviante per il paziente.  Leggi tutto...

Bioimpedenziometria

Bioimpedenziometria

bioimpedenziometria

bioimpedenziometria

La bioimpedenziometria è un esame che permette di valutare il paziente in nutrizione o terapia rapida ed efficace e senza effetti collaterali significativi. La bioimpedenziometria è generalmente tollerata da pazienti di tutte le età. Un bioimpedenziometro è una strumentazione elettromedicale in grado di misurare la resistenza elettrica espressa da tessuti biologici secondo almeno tre diverse modalità di lavoro:  Leggi tutto...

Regmatex Biotekna

 Regmatex Biotekna

Regmatex

Regmatex

In molti trattamenti inclusi quelli di nutrizione clinica si affianca il biofeedback del segnale elettrodermico con strumentazione Regmatex.  Con il biofeedback, una precisa funzione corporea viene monitorata con l’uso di elettrodi o di trasduttori applicati sulla pelle del paziente. I segnali captati vengono elaborati ed reiniettati al paziente. Durante un trattamento con biofeedback si inietta al paziente uno stimolo elettrico a bassissima intensità e senza cessione di energia. Tale stimolo è una rimodulazione del segnale biolettrico prelevato.Il sistema del biofeedback è composto da tre blocchi essenziali:il prelievo o segnale di entrata,la sezione di Regmatex Biofeedback elaborazione elettronica e la formazione del segnale di uscita da reiniettare al paziente.

Questa terapia altera i flussi di scambio ionico tra ambienti intracellulare ed extracellulare, di fatto “polarizzando” la membrana delle cellule immerse nel tessuto stimolato.Per l’ intera durata del trattamento si emula il potenziale elettrico di una membrana cellulare integra. La regolazione del potenziale di membrana e determina anche una modulazione del sistema neurovegetativo, del sistema nervoso simpatico e dell’asse HPA. L’alterazione provocata dallo stimolo può quindi compensare le problematiche dovute ad una mobilità ionica difettosa, e permettere successivamente un riequilibrio e infine l’approvvigionamento di nutrienti da parte della cellula. Le applicazioni del biofeedback sono multeplici dal trattamento delle allergie, alla modulazione dell’asse HPA nei pazienti con stress.

elevato. Particolarmente utile risulta il biofeeback quale aiuto per i pazienti sottoposti a nutrizione clinica. Il biofeedback favorisce infatti il percorso di un paziente sottoposto a nutrizione clinica. Inoltre per l’effetto del biofeedback sul sistema neurovegetativo può essere impegnato in tutte le problematiche di tipo infiammatorio con o senza dolore. Il dispositivo impiegato nei trattamenti di biofeedback, denominato RegMatEx è prodotto dalla Biotekna srl e registrato presso il Ministero delle Salute, nella classificazione nazionale dei dispositivi medici, come sistema per il biofeedback del segnale elettrodermico CND: Z12062404.  Leggi tutto...