Fitoterapici a Roma

Fitoterapici

fitoterapici

fitoterapici

La somministrazione di fitoterapici è una delle medicine più antiche pratiche usate dall’uomo per curare i propri disturbi e caratterizzata da una elevata tollerabilità biologica.  Usavano i fitoterapici già le antiche civiltà come gli egizi, gli indiani, i greci, i cinesi e i romani. Le sostanze base dei fitoterapici sono moltissime e tutte completamente naturali, vengono raccolte nel loro periodo di maggiore efficacia chiamato tempo balsamico e poi trattate in modo da renderle utilizzabili esaltandone le proprietà curative. Molti farmaci sono versioni sintetiche dei fitoterapici, ovvero contengono principi attivi che sono derivati da un componente vegetale. Chiunque decida di impiegare i rimedi  fitoterapici, deve comunque tenere in considerazione il fatto che non sempre i prodotti naturali sono completamente innocui, ci possono essere rischi di iperdosaggi o di particolari controindicazioni, pertanto, è sempre bene rivolgersi ad un medico prima di farne uso.

Le piante sono veri e propri produttori e contenitori dinamici di sostanze chimiche . Nella loro evoluzione esse hanno sviluppato innumerevoli metaboliti funzionalei all’adattamento e alla sopravvivenza. Questi stessi metaboliti secondari hanno  spesso un ruolo come fitoterapici se somministrate all’uomo. Le attività che i fitoterapici possono esercitare sulla fisiologia umana sono molteplici e sarebbe impossibile riassumerle brevemente, tuttavia una lista sommaria comprenderebbe:

  • azione tossiche
  • azione ormonoregolatrici
  • azione antimicrobica
  • azione battericida
  • azione virostatica
  • azione fungicida
  • azione lassative
  • azione antinfiammatoria
  • azione sul sistema nervoso centrale e periferico
  • azione antiossidante

I fitoterapici  moderni sono ottenuti a partire dal materiale vegetale, sia fresco che essiccato, tramite estrazioni con solventi e metodiche diverse. Se il solvente è l’etanolo in percentuali diverse, si parla di estratti idroalcolici, solitamente chiamati tinture idroalcoliche o estratti fluidi. Se il solvente è invece l’acqua si parla di infusi, decotti o macerati a freddo. Infine se il solvente è un olio grasso si parla di oleoliti.   Alcuni fitoterapici sono costituiti da estratti di singole piante, altri da combinazione di estratti da diverse piante. I fitoterapici ihanno un ruolo importante nel trattamento di molte malattie e possono contribuire a ridurre un eventuale fabbisogno di farmaci per via sistemica. La somministrazione di fitoterapici richiede al medico una conoscenza profonda delle piante per poter prescrivere rimedi in terapia. La prescrizione di fitoterapici  è  pertanto atto medico ed è meglio diffidare di prescrizioni abusive come quelle operate online e\o  da operatori sanitari non abilitati per la medicina.  L’ iscrizione presso l’ Ordine dei Medici  sono una indicazione per il paziente sulla qualità della formazione ricevuta del medico.  I fitoterapicii non si contrappongono ne sostituiscono le linee guida della medicina convenzionale, ma stabilisce con esse una virtuosa sinergia.

Dott. Fabio Elvio Farello, Fitoterapici a Roma