Tomografia Tomeex e omeopatia

Tomografia Tomeex e omeopatia

tomografia tomeex

tomografia tomeex

La tomografia elettrolitica extracellulare Tomeex Biotekna  consiste nella misurazione della bioimpedenza extracellulare utile nei trattamenti con omeopatia. La tomografia elettrolitica extracellulare permette valutare la presenza e la localizzazione di processi infiammatori cronici CIDs e lo stato di attivazione del sistema allo stress.  La tomografia elettrolitica extracellulare  permette di misurare l’efficienza dei protocolli di omeopatia soprattutto per localizzare i distretti somatici meritevoli di indicazione antinfiammatoria. I pazienti responder al trattamento con omopatia evidenziano una riduzione dell’infiammazione valutata segmentalmente dalla tomografia elettrolitica extracellulare. Inoltre con la risposta allo stressors strumentale, Tomeex Biotekna parametra anche i benefici a livello di gestione dello stress.

La tomografia elettrolitica extracellulare è pertanto predittiva dell’andamento di una terapia con omeopatia oltre che a oggettivare i protocolli prescelti per il trattamento. La tomografia elettrolitica extracellulare è in grado di valutare attraverso un impercettibile stimolo stressogeno, la risposta dell’organismo esaminato. Il sistema è utile per analizzare e misurare il sistema di reazione allo stress incentrato sulla catena di reazioni dell’asse HPA ( Ipotalamo-Ipofisi-Surrene). Lo stimolo elettrico somministrato è privo di effetti collaterali perché e a bassa frequenza e intensità. Il dispositivo è in grado di valutare l’intensità di attivazione e reazione dell’organismo esaminato. Inoltre questa capacità di reazione è possibile valutarla tomograficamente ovvero in relazione alle singole aree esaminate. La diminuzione della bioimpedenza o aumento della conducibilità nella zona esaminata dipende dall’afflusso di acqua ed elettroliti e dunque evidenzia eventuali CIDs o processi infiammatori cronici. Al contrario aree caratterizzate dall’aumento della bioimpedenza o diminuzione della conducibilità sono in relazione al deflusso di acqua e elettroliti. Questo avviene in caso di pregressi processi infiammatori conclusi con una maggiore fibrosi connettivale di riparazione. La valutazione del soggetto esaminato per i trattamenti con omeopatia è preceduta da esami strumentali idonei a valutare la condizioni d’ingresso e il decorso in terapia.

 La tomografia elettrolitica extracellulare permette di includere il paziente correttamente nei protocolli di omeopatia e monitorare andamento di ogni trattamento. Sono esclusi dall’ esame le donne in stato di gravidanza e portatori di pacemaker. Lo studio del Dott. Fabio Elvio Farello a Roma adotta la  tomografia elettrolitica extracellulare Tomeex Biotekna sui pazienti in prima visita e ai successivi controlli. La tomografia elettrolitica extracellulare dispositivo medico diagnostico non invasivo conforme alla direttiva europea sugli apparecchi elettromedicali prodotto da Biotekna s.r.l. e registrato al Ministero della Salute, classificazione nazionale dei dispositivi medici, come strumentazione per monitoraggio e diagnosi in medicina generale, apparecchiatura per tomografia elettrolitica extracellulare CND: Z12040106. L’ omeopatia ha un ruolo importante nel trattamento di molte malattie e può contribuire a ridurre il fabbisogno di farmaci per via sistemica. L’ omeopatia è prescritta e applicata da un medico esperto. I rimedi di omeopatia sono caratterizzatati dalla totale assenza di di rischi collaterali, ma necessitano di competenza nella prescrizione.    L’ omeopatia iniettabile  è prescritta e somministrata da un medico esperto.  L’ iscrizione presso l’ Ordine dei Medici e presso il Registro dei medici che praticano  agopuntura e omeopatia, sono una indicazione per il paziente sulla qualità della formazione ricevuta dell’operatore.  L’ omeopatia  non si contrappone ne sostituisce le linee guida della medicina convenzionale, ma stabilisce con esse una virtuosa sinergia.

Dott. Fabio Elvio Farello, Omeopatia iniettabile  a Roma