Carcinoma prostatico e agopuntura

Carcinoma prostatico e agopuntura

carcinoma prostatico

carcinoma prostatico

L’ agopuntura omeopatica non è la terapia per il carcinoma prostatico ma si associa ai trattamenti previsti come analgesico e antinfiammatorio privo di controindicazioni significative. L’ agopuntura omeopatica consiste nell’infiltrazione di rimedi omeopatici iniettabili su punti di agopuntura coerenti con il trattamento.  Si tratta di una forte stimolazione in medicina biologica che mantiene però la caratteristica elevata tollerabilità.  La prostata è una ghiandola dell’apparato genitale maschile dei mammiferi con la funzione di produrre ed emettere il liquido seminale. Il liquido seminale contiene gli elementi necessari proteggere e veicolare gli spermatozoi. La prostata è una ghiandola fibromuscolare di forma variabile, nel soggetto normale è piramidale, simile ad una castagna. In un uomo adulto la prostata misura circa tre centimetri e pesa circa venti grammi. In caso di ipertrofia prostatica benigna questo peso e dimensione possono aumentare considerevolmente.  Leggi tutto...

Agopuntura e terapia del dolore

L’ agopuntura è uno strumento per la terapia del dolore privo di effetti collaterali e pertanto di notevole interesse per i medici e sopratutto per i pazienti. L’agopuntura è un presidio essenziale e diffuso soprautto per la terapia del dolore cronico. Il dolore cronico è un piaga nelle società moderne e costringe molti malati alla somministrazione quotidiana di farmaci che nel tempo diminuiscono gradualmente il loro effetto antidolorifico ma purtroppo non quello tossico. L’impiego dell’ agopuntura sul dolore cronico è particolarmente importante in tutte le patologie degenerative e infiammatorie che accompagnano talvolta per anni la vita dei pazienti. L’ agopuntura offre loro un trattamento dell dolore efficace e senza gli effetti collaterali dei farmaci. Una delle applicazioni piu’ prestigiose dell’agopuntura è la analgesia, sia per la facilita’ di applicazione, sia per gli effetti collaterali ridotti. L’analgesia con agopuntura procede dalla evoluzione intensa delle tecniche chirurgiche nella medicina occidentale e dalla esigenza di un metodo di analgesia alternativo e di facile applicazione. Cio’ è particolarmente utile per esempio quando non è possibile procedere con una anestesia chimica per intolleranza, allergie alla stessa o per condizioni cliniche che la sconsigliano.
Parametri da verificare prima della terapia del dolore con agopuntura come prognostici dell’ efficacia sono l’acqua totale TBW e il potassio totale TBK. Questi parametri possono essere misurati facilmente con l’ analisi di composizione corporea. Poichè la tecnica di analgesia con agopuntura richiede un’intensa manipolazione degli aghi, anche l’introduzione degli elettrostimolatori ha contribuito a perfezionare il metodo. Le antiche conoscenze sul tragitto dei meridiani, sulla localizzazione dei punti di agopuntura e sugli effetti prodotti dalla loro stimolazione, hanno trovato conferme nella medicina moderna sia attraverso la biochimica, che attraverso la neurofisiologia. Agopuntura e terapia del doloreI punti di agopuntura sono situati sempre nelle vicinanze di un tronco nervoso in una zona ricca di sensori, la cui stimolazione induce riflessi precisi e la liberazione di mediatori biochimici altrettanto individuati ovvero le endorfine e le enkefaline.  Leggi tutto...